vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEO Tribu add to Del.Icio.Us. Digg this fav this with Technorati segnala su ZicZac

Consigli dei Maestri

Come si affrontano le varie fasi di un'infiorata

Infioritalia

PREPARAZIONE DEL BOZZETTO

  • Su fogli di carta con proporzioni previste a terra
  • Con gesso a terra
  • Mediante stampi di compensato o cartone a terra
  • Proiezione tramite diapositive

RIPRODUZIONE DEL BOZZETTO

Per la riproduzione del bozzetto in grandi dimensioni si possono usare diverse tecniche:

  • Quadrettatura
  • Mano libera

FIORE FRESCO E FIORE SECCO.

Fiore fresco
Il fiore fresco mantiene il colore inalterato, bisogna comunque stare attenti, una volta che il fiore è stato posato, il calore tende a far ritirare il petalo e scoprire così il disegno sottostante,
Si consiglia di prevedere uno strato di almeno 2 cm di fiori e di annaffiare con acqua fresca il tappeto frequentemente. I fiori di colore chiaro, soprattutto il bianco tende ad ingiallire sotto il sole. Il colore del fiore fresco rimane inalterato.

PRO: il tappeto risulta brillante, profumato, voluminoso, colorato
CONTRO: difficile lavorazione, soggetti grandi, difficilmente sfumabili
Il fiore sia esso selvatico che di serra, deve essere quasi sempre sminuzzato per poterlo lavorare al meglio. Una volta sminuzzato può essere tagliato a sua volta o lasciare il petalo intero.

Fiore secco
La lavorazione del fiore secco è totalmente differente. Si parte comunque dal fiore fresco, una delle prime cose da chiarire è l’alterazione e quindi la modifica del colore del fiore stesso. Infatti il fiore secco tende a smorzare il colore e avvicinarsi a colori pastello. Per l’essiccazione del fiore vngono utilizzati vari sistemi, da quella al sole, forno a microonde, forno a legna, padella sul gas.
A seconda della cottura può variare il colore, più la cottura è lunga e più si tende ad ottenere un colore scuro verso il marrone/nero. Soprattutto con una cottura effettuata con forno elettrico o a legna. In un forno a microonde si ottiene l’essiccazione rapida del fiore in quanto viene tolta la parte liquida, e il colore non subisce forti variazioni.
PRO: lavorazione minuziosa, sfumabili, facile lavorazione
CONTRO: opachi, piatti

 

INIZIAMO A LAVORARE

Fissare in modo sicuro il foglio del bozzetto per evitare il distaccamento da terra. Il bozzatto a terra può essere fissato con della colla da parati o con del nastro adesivo abbastanza forte e largo lungo il perimetro

Evitate di lasciare materiale o oggetti che possano volare e finire sul vostro tappeto o sul tappeto dei vostri vicini.

Si consiglia di iniziare la posa dei petali o delle polveri sempre dal centro dell’opera se si tratta di una forma circolare o ovale, se si tratta di una forma quadrata o rettangolare è consigliabile iniziare dall’alto verso il basso.

Utilizzare colla vinilica sulla base dove verranno posati i fiori per un fissaggio più sicuro e spruzzini riempiti con acqua e zucchero, da spargere su superfici completate per avere un fissaggio dei fiori e delle polveri.

Attenzione a non avvicinare troppo lo spruzzino quando si sparge l'acqua soprattutto se si tratta delle polveri del fiore.

Se si lavora con fiori secchi e tritati, per la preparazione dei particolari e piccole aree del bozzetto utilizzare piccoli cucchiai per posizionare le polveri del fiore e barrette di legno per delimitare l'area da coprire.

SCELTA DEI COLORI

Per avere a disposizione molte tonalità dello stesso colore, se si utilizzano fiori secchi è possibile mescolarli insieme come fanno i pittori. Mentre utilizzando fiori freschi non è possibile mescolarli tra loro, anche se tagliati molto fini.

 
INFIORITALIA Associazione Nazionale Infiorate Artistiche - sede legale e sede sociale Via Roma, 6 02037 Poggio Moiano RI
Realizzato da Giorgio Bottini - Chi Siamo | Paesi Associati | Rassegna Stampa | Mail | Wiki